Classe 5°AL 2008/2009 E. Medi Senigallia

Ciao classe!!! Allora...questo forum serve x collaborare in quest'ultimo anno, per scambiarci informazioni, spiegazioni, idee e via dicendo...
 
IndiceFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 Appunti per Barby....Spirito soggettivo

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Debby!!!!!!!!!!!!!!

avatar

Messaggi : 41
Data d'iscrizione : 03.10.08
Età : 28
Località : brugnetto city!!!

MessaggioTitolo: Appunti per Barby....Spirito soggettivo   Mer Ott 22, 2008 4:04 pm

Allora...
LO SPIRITO SOGGETTIVO....
è la sintesi di idea-natura colta dal soggetto, dall'uomo, in modo immediato ed astratto.
Si occupa dell'uomo come singolo, come persona concepità in se, ovvero, questa sintesi viene colta interiormente, nel suo isolamento dal mondo esterno.
Lo spirito ha trionfato sulla realtà e ha scoperto di essere libero, ma questa libertà è vissuta soggettivamente, è astratta in questo primo momento.
L'uomo è libero solo interiormente (cm lo stoico che era libero solo nel pensiero).
Anke Kant aveva parlato di libertà, che era un presupposto della vita morale, era un postulato. Per Kant la sfera della libertà non andava a toccare la parte conoscitiva ed era colta solo dalla ragion pratica. Un uomo era libero quando obbediva alla ragione morale-->un'azione per essere morale deve essere mossa dalla sola ragione.
Per Hegel la libertà è uguale all'esito di un'indipendenza dalla natura...
In analogia cn Kant vi è il fatto che per KANT(cm Hegel) la natura rimane esterna all'uomo, perchè fa dipendere il movente dalla ragione. La differenza sta nel fatto che per HEGEL la libertà implica la consapevolezza di appartenere all'individuo, per cui quando l'uomo comprende di essere parte dell'infinito allora è libero.
questa visione della libertà è stata presentata per la prima volta dal cristianesimo, sintesi di finito e infinito(Cristo è uomo, finito e Dio è infinito).il momento in cui lo spirito diventa altro da sè(si aliena) e si incarna nella istituzioni della famiglia, socità e stato è oggettivo.
quindi se lo spirito soggettivo è interiorità lo spirito oggettivo analizza le relazioni esterne.


ascolta..io ora devo andare via..ti scriverò più tardi la dialettica di hegel..ora nnn ce la faccio proprio..devo volareeeeeeeee
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 127
Data d'iscrizione : 03.10.08
Età : 29
Località : Ostra

MessaggioTitolo: Re: Appunti per Barby....Spirito soggettivo   Mer Ott 22, 2008 6:32 pm

grazie milleeeeeeeeeeeeeeeee

_________________

''Ancora oggi continuo a pensare che ognuno sia artefice del proprio destino. Adesso però riconosco che non tutte le persone sono abbastanza forti da plasmare la propria vita, e provo più indulgenza nei loro confronti di quanta non ne avessi all'epoca."
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://5alsenigallia.forumattivo.com
Debby!!!!!!!!!!!!!!

avatar

Messaggi : 41
Data d'iscrizione : 03.10.08
Età : 28
Località : brugnetto city!!!

MessaggioTitolo: Re: Appunti per Barby....Spirito soggettivo   Mer Ott 22, 2008 8:50 pm

METODO USATO DA HEGEL
(per Platone la dialettica=metodo per relazionare pensiero e realtà).

Hegel(=Plotino)ci spiega nella dialettica(legge del pensiero e della realtà) che tutta la realtà si muove secondo un PROCESSO TRIADICO(di 3 momenti):

TESI= momento positivo e immediato =
LATO ASTRATTO O INTELLETTIVO-->di partenza dal'intelletto ma essendoci in mezzo una O significa che l'intellettoproduce operazioni di astrazione.Noi concettualizziamo la realtà e la dividiamo in tanti concetti(es.concetto pianta le raccoglie tutte)ben distinti tra loro...
quindi l'intelletto analizza la realtà.Per Hegel significa cogliere le singole parti come una manifestaizone di una globalità. Atteggiamento astratto è proprio di chi considera il finito senza relazionarlo con il tutto.
Attraverso il processo di astrazzione ci allontaniamo da una realtà sensibile, ma ci sono dei limiti:l'intelletto SEPARA le parti della realtà seguendo la LOGICA DELL'AUT AUT, o quello o l'altro.Per Hegel astrarre significa concepire ogni aspetto della realtà in quanto finito in maniera isolata rispetto all'infinito, cioè come momento in se senza relazioni con lìinfinito.(es.studio rivoluzione francese non collegandola con altro ma isolandola da contesto storico.riesco a studiarla ricollocandola quando uso la RAGIONE e non lìintelletto).la ragione supera i limiti dellìintelletto perchè consente di collegare e non isolare il finito con il tutto. Intelletto e ragione sono due facoltà che si rapportano uin maniera diversa all'infinito.

L'INTELLETTo-->si rapporta al tutto concepito come parti isolate tra loro.
LA RAGIONE-->lo fa tenendo conta del rapporto di ogni parte con il tutto.

La ragione si esprime in 2 modi:

ANTITESI=momento negativo perchè mette in evidenzia la contraddizione della tesi...la ragione interviene per relazionare i contrari(diverso da intelletto che li separa)

SINTESI=momento di unificazione.
La ragione unifica i contrari superando l'antitesi. la sintesi nega il negativo, ovvero l'antitesi e arriva così alla sintesi. Hegel lo chiama proposizione speculativa(speculare=conoscere), momento conoscitivo per eccellenza che è frutto di un superamento della negatività data dall'antitesi ma la sintesi non la elimina la negatività.
Il momento che consente di arrivare alla sintesi prende il nome di AUFHEDEN=togliere e conservare=>viene tolta la negazione che viene però conservata nel suo interno. Metodo hegeliano è quindi conservatore, poichè non toglie per amputare.
la sintesi è quindi lìunione degli OPPOSTI:
-momento "PER SE"=momento di apertura con la realtà
-momento "IN SE"=momento di chiusura
La ragione segue la LOGICA DELL'ET ET, per cui se l'intelletto esclude la ragione include.

Qst movimento è dialettico(termine cognato da Platone e inventato da Socrato), circolare perchè arrivati alla sintesi si ritorna sempre alla tesi iniziale e triadico poichè si divide in tre momenti.(tesi antitesi e sintesi).




spero che siano abb chiari..un bacio
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 127
Data d'iscrizione : 03.10.08
Età : 29
Località : Ostra

MessaggioTitolo: Re: Appunti per Barby....Spirito soggettivo   Mer Ott 22, 2008 9:02 pm

Ok grazie mille! Penso di aver capito ora!
L'unica cosa...ho un dubbio...ma lo spirito soggettivo nn è diviso in tesi, antitesi e sintesi???

_________________

''Ancora oggi continuo a pensare che ognuno sia artefice del proprio destino. Adesso però riconosco che non tutte le persone sono abbastanza forti da plasmare la propria vita, e provo più indulgenza nei loro confronti di quanta non ne avessi all'epoca."
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://5alsenigallia.forumattivo.com
Debby!!!!!!!!!!!!!!

avatar

Messaggi : 41
Data d'iscrizione : 03.10.08
Età : 28
Località : brugnetto city!!!

MessaggioTitolo: Re: Appunti per Barby....Spirito soggettivo   Mer Ott 22, 2008 10:01 pm

mmmm....no...nn credo..se sbaglio che qlk mi corregga
ma a me nn sembra che sia diviso..lo spirito soggettivo è la tesi della filosofia dello spirito..mentre lo spirito oggettivo è l'antitesi e lo spirito assoluto è la sintesi...
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Appunti per Barby....Spirito soggettivo   

Torna in alto Andare in basso
 
Appunti per Barby....Spirito soggettivo
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Ricerco appunti e consigli!! curriculum Cultura Teatrale
» Appunti convegni di Rimini
» FILOLOGIA ITALIANA CON D. CANFORA (TRIENNALE)
» Dispense per diagnostica applicata ai beni culturali
» Cerco appunti Letteratura anglo-americana

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Classe 5°AL 2008/2009 E. Medi Senigallia :: Help!!! :: Storia e Filosofia-
Vai verso: